EMI
EMI
Sei qui: HomeStaffStaffFarina SimoneFarina Simone

Farina SimoneRicercatore
Dipartimento di Ecologia Marina Integrata

Stazione Zoologica Anton Dohrn
Villa Dohrn centro di ecologia bentonica, Ischia
80121 Napoli - Italia
Tel.: +39 081 5833512
Fax: +39 081 7641355
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Contatto Skype: sifar78

Curriculum Vitae


Interessi di ricerca

La mia ricerca riguarda lo studio degli effetti dell'impatto umano sugli ecosistemi bentonici marini. Sono particolarmente interessato a valutare le interazioni trofiche che coinvolgono specie-chiave di predatori, meso-predatori, specie dominanti e modificatori di habitat e la complessità strutturale degli habitat nelle comunità di macrofite.

Eseguo esperimenti di rimozione / esclusione e monitoraggio dell'abbondanza di specie e cerco di integrare i risultati con dati storici esistenti in relazione agli impatti locali e ai cambiamenti climatici. In particolare, cerco di evidenziare gli effetti delle attività di pesca e di acquacultura, oltre che dell’aumento dell'acidificazione degli oceani e della temperatura sulle popolazioni selvatiche e sulla struttura della comunità.
Valuto le relazioni tra i processi ecologici che influenzano la dinamica di popolazione di specie funzionali e le condizioni ambientali (ad es. Caratteristiche idrodinamiche o geomorfologiche) e l'utilizzo umano dell’habitat (zone di pesca, aree marine protette, campi di acquacoltura, urbanizzazioni e frammentazione dell'habitat). Sono anche interessato al comportamento animale in termini di distribuzione spaziale come risposta alle attività umane.
Uno dei miei principali obiettivi sarebbe quello di contribuire a sviluppare un modello ecosistemico per la pesca artigianale sostenibile in un quadro di approccio alla pianificazione dello spazio marino.
Infine, credo negli approcci di acquisizione dati a grande scala come la “Citizen and Science” e la “Local Ecological Knowledge” che permettono di stringere grandi collaborazioni con le persone.


Principali Pubblicazioni

Brundu G., Farina S. and Domenici P. Going back into the wild: the behavioural effects of raising sea urchins in captivity (2020) Conservation Physiology. In press.

Farina S., Quattrocchi G., Guala I., Cucco A. (2018) Hydrodynamic patterns favouring sea urchin recruitment in coastal areas: A Mediterranean study case. Marine Environmental Research. doi.org/10.1016/j.marenvres.2018.05.013

Boada J., Farina S., Arthur R., Romero J., Prado P., Alcoverro T. (2018) Herbivore control in connected seascapes: habitat determines when population regulation occurs in the life history of a key herbivore. Oikos. doi 10.1111/oik.05060

Farina S., Oltra A., Bartumeus F., Boada J., Romero J., Alcoverro T. (2017) Generation and maintenance of predation hotspots of functionally important herbivore in a patchy habitat mosaic. Functional Ecology. doi 10.1111/1365-2435.12985

Loi B., Guala I., Pires da Silva R., Brundu G., Baroli M., Farina S. (2017) Hard time to be parents? Sea urchin fishery shifts potential reproductive contribution of population onto the shoulders of the youngest. PeerJ 5:e3067; DOI 10.7717/peerj.3067

Farina S., Guala I., Oliva S., Piazzi L., Silva R., Ceccherelli G. (2016) The seagrass effect turned upside down changes the prospective of sea urchin survival and landscape implications. PLoS ONE 11(10): e0164294. doi:10.1371/journal.pone.0164294

Oliva S., Farina S., Pinna S., Guala I., Agnetta D., Ariotti P.A., Mura F., Ceccherelli G. (2016) Determinants of Paracentrotus lividus sea urchin recruitment under oligotrophic conditions: implications for conservation management. Marine Environmental Research 117: 13-20

Boada J., Arthur R., Farina S., Santana Y., Mascaró O., Romero J., Alcoverro T. (2015) Hotspots of predation persist outside marine reserves in the historically fished Mediterranean Sea. Biological Conservation 191:67-74. doi: 10.1016/j.biocon.2015.06.017

Farina S., Arthur R., Pages J., Prado P., Romero J., Verges A., Hyden G., Heck jr K.L., Glenos S., Alcoverro T. (2014). Difference in predator composition alters the direction of structure-mediated predation risk in macrophyte communities. Oikos 123(11): 1311-1322. doi: 10.1111/oik.01382

Pages J., Farina S., Gera A., Arthur R., Romero J., Alcoverro T. (2012). Indirect interactions in seagrasses: fish herbivores increase predation risk to sea urchins by modifying plant traits. Functional Ecology. doi: 10.1111/j.1365-2435.2012.02038.x.

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare il sito accetti i termini e le condizioni previste per l'utilizzo dei cookie. > Leggi di più