EMI
EMI
Sei qui: HomeStaffStaffVitale LauraVitale Laura

vitale lauraPhD Student SZN-OU
Sezione EMI

Tel. +39 081 5833201
Fax: +39 081 7641355
e-mail laura.vitale(at)szn.it


Scarica il Curriculum Vitae

Interessi di ricerca

Il mio progetto di ricerca è incentrato sullo studio della determinazione del sesso nelle diatomee marine mediante un approccio molecolare. Tali organismi sono microalghe unicellulari eucarioti e ricoprono un ruolo fontamentale nel funzionamento del nostro pianeta, inoltre presentano un considerevole potenzionle biotecnologico. Il sequenziamento dei loro genomi e la disponibilità di dati di RNA-seq stanno aprendo la strada allo studio dei meccanismi che detrminano il sesso.
Ad oggi varie regioni genomiche, quali i cromosomi sessuali ed i loci correlati al mating type, sono state descrittie per animali, piante e funghi, tuttavia per le microalghe si conosce ben poco.
La riproduzione sessuale è una fase fondamentale per le diatomee in quanto necessaria alla sopravvivenza della popolazione tramite la formazione di cellule iniziali lunghe ed alla produzione di diversità genetica. Tale processo può avvenire solo tra individui al di sotto di una determinata taglia e, nelle diatomee pennate, solo tra individui di mating type opposto.
 La specie di riferimento su cui lavoro si chiama Pseudo-nitzschia multistriata ed è tossica. Per tale specie abbiamo a disposizione il genoma di riferimento ed il trasctittoma di entrambi i mating types (MT+ and MT-).
Il mio obiettivo è l’identificazione di geni correlati al mating tye e dello stesso locus mediante l’uso di anlisi genetiche e genomiche.
Questo progetto ha come scopo quello di ampliare la conoscenza sulla regolazione ed evoluzione delle strategie riproduttive e dei cicli vitali delle diatomee. Possibilmente creando anche dei marcatori molecolari in grado di tracciare la distribuzione dei mating types in campioni ambientali.

Journal Papers

Ciniglia, C., Yang, E. C., Pollio, A., Pinto, G., Iovinella, M., Vitale, L., Yoon, H. S. (2014). Cyanidiophyceae in Iceland: the plastid rbcL gene elucidates the origin and dispersal of extremophilic Galdieria sulphuraria and G. maxima (Rhodophyta). Phycologia: 2014, Vol. 53, No. 6, pp. 542-551.

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare il sito accetti i termini e le condizioni previste per l'utilizzo dei cookie. > Leggi di più