EMI
EMI
Sei qui: HomeNewsNews

News

Tre Ricercatrici dell'Ente presenti nell'innovativo portale che segna una rivoluzione nel modo di comunicare il Sapere

Maria Cristina Gambi, Coordinatrice Laboratorio Ecologia del Bentos della SZN con sede ad Ischia, Serena Fonda membro del CdA SZN, Adriana Albini membro dell'OIV (Organismo Indipendente di Valutazione) della SZN sono state inserite all’interno del portale 100esperte.it, la prima finestra sul web che mette a disposizione un elenco di donne promotrici di innovative forme e modalità di comunicazione tra il mondo della scienza e i media. Il progetto è opera dell’Osservatorio di Pavia e dell’Associazione Gi.U.Li.A., che hanno pensato di creare una banca dati online che possa raccogliere 100 nomi e curricula di esperte nell'ambito del settore “Science, Technology, Engineering and Mathematics (STEM)”, storicamente sotto-rappresentato dalle donne e al contempo strategico per lo sviluppo economico e sociale del nostro paese. Ottimo risultato per la Stazione Zoologica Anton Dohrn che si tinge sempre più di rosa.

Siamo lieti di annunciarvi che il Workshop in “Comparative Methods in Evolutionary Biology”si terrà dal 5 al 7 Dicembre 2016 presso la Stazione Zoologica A. Dohrn . Durante il corso sono previste lezioni in aula sugli aspetti teorici della calibrazione temporale degli alberi filogenetici, ricostruzione filogenetica dei tratti, e sullo studio dei tassi di diversificazione. Le lezioni teoriche saranno integrate da sessioni pratiche.
Il numero di partecipanti è limitato a 25, ammessi in ordine di iscrizione fino ad esaurimento posti. La quota di iscrizione è fissata a 100€ (pranzo e cena inclusi), 50€ per gli studenti iscritti alle Università di Napoli Federico II e Partenophe (pasti esclusi).

Per iscrizioni contattare sergio.stefanni[at]szn.it

Programme

Record in Cilento registrato dagli esperti della Stazione Zoologica Anton Dohrn

Grande sorpresa per la una straordinaria schiusa autunnale di tartarughe "Caretta caretta" avvenuta lo scorso 31 Ottobre 2016 sulle spiagge di Pisciotta.
Una nascita che segna un vero e proprio record per il Cilento.
Complice il clima, le acque limpide e il progetto in itinere a carattere territoriale sulla sostenibilità balneare del Cilento, il mare Mediterraneo regala un piccolo grande miracolo a Pisciotta dove i biologi della Stazione Zoologica Anton Dohrn, con il supporto della Capitaneria di porto di Palinuro, hanno coordinato la schiusa di ben 34 uova di tartaruga "Caretta caretta".
Dati notevoli quelli registrati: delle 30 tartarughe nate, 24 sono state recuperate e sei sono arrivate al mare senza alcun supporto degli esperti presenti. Gioia e meraviglia per i ricercatori della SZN che si felicitano per il ritrovamento del nono nido nel 2016 che ha visto protagonista ancora una volta il parco del Cilento in una schiusa che si può definire a tutti gli effetti "straordinaria".

Nell'ambito del Living Planet Report 2016: Rischio e resilienza in una nuova era

Presentato alla Camera dei Deputati il documento "Mari e Oceani" del Presidente della Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli, Roberto Danovaro, nell'ambito del Living Planet Report 2016: Rischio e resilienza in una nuova era, l’undicesima edizione del Living Planet Report, pubblicazione biennale del WWF.
Grazie al contributo del Presidente dell'Ente di Ricerca, è stata esposta un'analisi sull'ecosistema marino e su come l'inquinamento, la spazzatura, i rifiuti contaminati, insieme alla plastica, siano oggetto di preoccupazione per la "Salute del Mare".
Con il G7-2016 Giappone si era stabilito che la "Salute degli Oceani" fosse stata identificata come una delle tre priorità della ricerca su scala globale (malattie tropicali e impatto ambientali, le altre due problematiche da osservare), intanto lo studio delle alterazioni climatiche globali ha dimostrato quanto l'impatto dei cambiamenti climatici sia una delle cause decisive a provocare trasformazioni nella produttività e nell'alterazione della biodiversità marina.
"Mari e Oceani" ha dato spazio al concetto del mare come risorsa al servizio dell'Uomo e, come tale, sia doverosa e necessaria una ricerca dedita alla tutela e alla salvaguardia dell'ecosistema marino, partendo da un monitoraggio delle specie marine, passando agli impatti esterni e interni che minacciano le barriere coralline profonde e le relative estinzioni, promuovendo risoluzioni concrete statuite in rete, perché esistono attualmente le competenze tecnologiche per PROTEGGIERE - RESTAURARE - EDUCARE la biodiversità degli ecosistemi marini.

Il 26 e 27 ottobre 2016 l'Ente di ricerca ha aperto le porte agli esperti di tutta Italia

Due giorni di confronti alla Stazione Zoologica di Napoli per il workshop "MOTax": la tassonomia degli organismi marini, creazione di un servizio nazionale integrato e supportato dall'infrastruttura EMBRC. Il 26 e il 27 ottobre 2016, la SZN ha aperto le porte della ricerca ad esperti provenienti da tutta Italia con lo scopo di fare rete e mantenere viva la mission di studiare e osservare l'evoluzione e la dinamica degli ecosistemi del nostro mare.
Prestigiosi gli interventi che si sono succeduti, Roberto Danovaro, Presidente della Stazione Zoologica Anton Dohrn Napoli, alle mirate osservazioni di Ferdinando Boero, dell’Università del Salento e Presidente del Consiglio Scientifico della Stazione Zoologica Anton Dohrn Napoli, al plauso di Enrico Alleva, Presidente della Federazione Italiana delle Scienze della Natura e dell'Ambiente.
Il workshop è stato possibile grazie al lavoro degli esperti della SZN, tra cui Paola Cirino, Sezione RIMAR - Unità MaRe e Claudia Di Somma, Responsabile Biblioteca - Archivio Storico - Museo della Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli.

Logo
Logo Logo
Roberto Danovar...
Roberto Danovaro Roberto Danovaro
Cinzia Gravili
Cinzia Gravili Cinzia Gravili
Roberto Danovar...
Roberto Danovaro2 Roberto Danovaro2
Enrico Alleva
Enrico Alleva Enrico Alleva
The Participant...
The Participants The Participants
Nando Boero
Nando Boero Nando Boero
Question Time2
Question Time2 Question Time2
Question Time3
Question Time3 Question Time3
Question Time4
Question Time4 Question Time4
Question Time5
Question Time5 Question Time5
Roberto Danovar...
Roberto Danovaro3 Roberto Danovaro3
Vincenzo Saggio...
Vincenzo Saggiomo Vincenzo Saggiomo
The Audience
The Audience The Audience
Question Time6
Question Time6 Question Time6
Valerio Micaron...
Valerio Micaroni_Francesca Strano_Davide Di Franco_Anna Berti Valerio Micaroni_Francesca Strano_Davide Di Franco_Anna Berti
Vincenzo Saggio...
Vincenzo Saggiomo2 Vincenzo Saggiomo2
Wiebe Kooistra
Wiebe Kooistra Wiebe Kooistra
Participants
Participants Participants
Question Time
Question Time Question Time
Participants2
Participants2 Participants2

Grande emozione durante la giornata dedicata alla tutela degli ecosistemi marini

Hanno dei nomi particolari, altisonanti e evocativi, tutti nomi che raccontano un'unica avvincente, speciale storia. Si chiamano Caprella, Agatha Christie, Annunziata Stone, ADM, Eliseo, Carla, Gran Finale, Arianna, Pietro e Paolo. Stiamo parlando dei 10 esemplari di "caretta caretta" che hanno rivisto finalmente la libertà del mare grazie ai ricercatori della Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli.
Monitorate, curate, salvate da ricercatori dell'ente di ricerca di Napoli, nella giornata dedicata alla divulgazione scientifica "Un Tuffo nel Blu", le 10 tartarughe "Caretta Caretta" sono state abbracciate dalle acque del mare della baia di San Montano davanti agli occhi increduli stupiti degli studenti dell'istituto comprensivo di Lacco Ameno "Vincenzo Mennella".

Un incontro per capire i legami tra rivoluzioni scientifiche, resistenze culturali e senso comune

Il Comitato “Scienza e Società” organizza, lunedì 14 novembre, presso la Sala Conferenze della Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli, l'incontro-dibattito “La fisica quantistica e la biologia”. L’incontro, che si terrà a partire dalle ore 17,30, vedrà la partecipazione dello psichiatra Vittorino Andreoli, del biologo Paolo Bazzicalupo e del fisico Gennaro Miele, che indagheranno, insieme ai presenti, le motivazioni che stanno alla base delle difficoltà di comprendere e assimilare i nuovi concetti e meccanismi delle scienze della vita.

Questo sito utilizza i cookie. Continuando a navigare il sito accetti i termini e le condizioni previste per l'utilizzo dei cookie. > Leggi di più